Il cuore di pane - Gruppo Alpini di Campagnola

aggiornamento al 11 settembre 2021
Vai ai contenuti
IL CUORE DI PANE
L'alpino ha ragione di esistere perché porta con sé i valori della vita. I veri valori dell'uomo.Di conseguenza chi vuole conoscere gli alpini deve prima di tutto condividere e sposare questi valori.Per tutti, quindi, ma anche per lo stesso alpino che vive in una società sempre più accusata di dimenticare o peggio di non voler ricordare come camminare sulla "retta via", l'opera dello scultore Madeca (Mario Della Casa)vuole essere un cartello, un segnale, quasi una direzione obbligatoria che aiuta a mantenere e per qualcuno ritrovare la saggia direzione guidata dai binari dei valori dell'esistenza, che spesso, tra l'altro, coincidono con i valori di fede. Ecco perché questa scultura in cemento donata dall'artista, già socio onorario del Gruppo e autore del monumento delle penne nere di Campagnola, è stata posta all'ingresso della nuova sede di via Quasimodo. Vuole ricordare a tutti, alpini e non, che i "padroni" della casa in cui si sta entrando sono i valori dell'uomo.
Privacy Policy
Torna ai contenuti