IL PARCO - Gruppo Alpini di Campagnola

aggiornamento al 11 settembre 2021
Vai ai contenuti

IL PARCO
COME ERA ALL'INIZIO
INAUGURAZIONE PARCO
Inaugurazione parco 2 giugno 2004 alla presenza dell'allora capogruppo Granelli Alessio e del sindaco di Bergamo Veneziani Cesare
INTITOLAZIONE PARCO
Nel pomeriggio di giovedì 6 maggio 2010, in una splendida giornata di sole, il Parco Comunale di Campagnola, ricorderà per sempre gli Alpini, essendo stato intitolato proprio alle “Brigate Alpine”.

“Da ieri all'ingresso del parco comunale di Campagnola, finora semplicemente denominato «di via Quasimodo», splende una nuova targa che riporta la scritta «Parco Brigate alpine». In un pomeriggio quasi di sole si è svolta la cerimonia ufficiale di intitolazione dell'area verde, proprio nella giornata precedente l'inizio dell'adunata nazionale delle penne nere. L'importanza dell'evento è stata sottolineata da tutti coloro che si sono alternati al microfono, alla presenza del vessillo sezionale dell'Ana di Bergamo, «scortato» da una buona rappresentanza del consiglio della sezione. «Senza ricorrere alla retorica, è necessario dire che gli alpini molto fanno e hanno fatto per la collettività; intitolare alle Brigate alpine questo luogo è un giusto riconoscimento alla loro generosità. L'azione di presidio che svolgono nello stesso parco è preziosissima» ha ricordato il vicesindaco Gianfranco Ceci. Il parco è stato infatti fortemente voluto dal gruppo alpini di Campagnola, che ha al suo interno la propria sede. «Siamo presenti e ci prendiamo cura del parco, che è molto frequentato dalle famiglie della zona e non solo. Per qualsiasi problema o segnalazione la gente si rivolge a noi» spiega Tullio Epis, capogruppo di Campagnola, che con gli altri "suoi" alpini mostra piena soddisfazione per la targa e per l'intervento di sistemazione dell'area coperta appena ultimato dall'amministrazione. «La pavimentazione e la tensostruttura, che ci è stata donata dalla Casa di riposo del Gleno, permetteranno di utilizzare ancora meglio il parco» conclude Epis. «È un momento di grande emozione – ha esordito Antonio Sarti, presidente della sezione di Bergamo dell'ANA. L'intitolazione alle Brigate alpine ci riporta ai ricordi indimenticabili della naja, ma anche a quelli di una storia segnata dal sacrificio. L'impegno degli alpini di oggi deve essere rivolto a creare un mondo sereno per le generazioni future». Per l'assessore comunale all'Ambiente, Massimo Bandera, «gli alpini regalano oggi un bellissimo parco alla città di Bergamo e continueranno ad averne cura». Per il presidente della prima circoscrizione Alessandro Trotta «questo parco è il più bello tra i piccoli parchi cittadini, il luogo prediletto dalle famiglie del quartiere», che infatti si sono presentate numerose all'inaugurazione. Dopo che la targa, benedetta dal parroco di Campagnola don Gigi Airoldi, è stata scoperta, gli alpini hanno offerto un rinfresco ai presenti, con l'augurio di trascorrere gioiosamente le giornate dell'adunata.”
 
Laura Arnoldi il 07/05/2010 - L'Eco di Bergamo
Privacy Policy
Torna ai contenuti